Premio europeo città accessibili: tutte le città di Access City Award

immagine del logo e dei trofei del premioL’ottava edizione del premio per le città accessibili istituito dalla Commissione EuropeaAccess City Award – ha concluso da alcuni giorni la sua prima fase di selezione.
Ma l’iter complessivo del premio prevede ulteriori passaggi e l’esito finale, frutto delle valutazione delle giurie nazionali e di quella europea, sarà reso noto solo il 5 dicembre 2017 in occasione della conferenza celebrativa della Giornata Europea delle Persone con Disabilità con sede a Bruxelles.
Access City Award, dalla sua istituzione ad oggi, ha avuto il pregio di selezionare 44 città europee, reputate le più meritevoli per l’impegno profuso nelle politiche per l’accessibilità a favore di tutti i cittadini e in particolare delle persone anziane e delle persone con disabilità.
Alla base di questa iniziativa c’è la ferma convinzione che le buone pratiche in materia di accessibilità debbano essere rilevate, diffuse e replicate, anche a scala europea.
In questa logica e in attesa di conoscerne gli esiti finale della selezione corrente, presentiamo una panoramica delle città che si sono classificate ai primi posti o che hanno ricevuto delle menzioni speciali, con una suddivisione in ordine cronologico dal 2011 al 2017.
Infine riportiamo una sorta di classifica di merito raggruppata per Nazioni, partendo da quelle che hanno ottenuto i migliori risultati.
Tra tutte emerge la Spagna che ha ricevuto i maggiori riconoscimenti a dimostrazione che le sue politiche per l’accessibilità sono state adottate con una logica di massima diffusione e continuità.
Per quanto riguarda l’Italia osserviamo che solo recentemente è riuscita ad ottenere dei significativi risultati, prima con Milano, che nell’edizione 2016 è giunta al primo posto, e subito dopo con Alessandria che nel 2017 ha ottenuto una menzione speciale l’impegno nel campo dell’accessibilità in un difficile contesto finanziario.

Elenco delle città selezionate dal 2011 al 2017

2011 – 1° edizione
La vincitrice è Ávila (Spagna).
Le tre finaliste sono Barcellona (Spagna), Colonia (Germania) e Turku (Finlandia).

2012 – 2° edizione
La vincitrice è Salisburgo (Austria).
Le tre finaliste sono Cracovia (Polonia), Marburgo (Germania) e Santander (Spagna).
Le Menzioni Speciali sono assegnate a:
– Terrassa (Spagna), per l’ambiente costruito e gli spazi pubblici,
– Lubiana (Slovenia), per i trasporti,
– Olomouc (Repubblica Ceca), per l’informazione e la comunicazione
– Grenoble (Francia), per le strutture e i servizi pubblici.

2013 – 3° edizione
La vincitrice è Berlino (Germania).
Le altre finaliste sono Nantes (Francia) e Stoccolma (Svezia).
Le Menzioni Speciali sono assegnate a:
– Pamplona (Spagna) per l’ambiente costruito e gli spazi pubblici,
– Gdynia (Polonia) per i trasporti e le infrastrutture,
– Bilbao (Spagna) per l’informazione, la comunicazione e l’ICT
– Tallaght (Irlanda) per le strutture ed i servizi pubblici.

2014 – 4° edizione
La vincitrice è Göteborg (Svezia).
Le altre finaliste sono Grenoble (Francia) e Poznań (Polonia).
Le Menzioni Speciali sono assegnate a:
– Belfast (Gran Bretagna), per l’ambiente costruito e gli spazi pubblici
– Dresda (Germania), per l’informazione e le tecnologie della comunicazione
– Burgos (Spagna), per le strutture ed i servizi pubblici
– Málaga (Spagna), per i trasporti e le relative infrastrutture.

2015 – 5° edizione
La vincitrice è Borås (Svezia).
Le altre finaliste sono Helsinki (Finlandia) e Lubiana (Slovenia).
Le Menzioni Speciali sono assegnate a:
– Logroño (Spagna) per l’ambiente costruito e gli spazi pubblici,
– Budapest (Ungheria) per i trasporti e relative infrastrutture,
– Arona (Spagna) e Città di Lussemburgo (Lussemburgo) per le strutture ed i servizi pubblici.

2016 – 6° edizione
La vincitrice è Milano.
Le altre finaliste sono Wiesbaden (Germania) e Tolosa (Francia). Quest’ultima ha anche vinto la Menzione Speciale di Smart City accessibile.
Le altre Menzioni Speciali sono assegnate a:
– Vaasa (Finlandia) per i miglioramenti degli ambienti di lavoro in relazione alle persone anziane e disabili,
– Kaposvár (Ungheria) per i miglioramenti in tema di accessibilità in relazione alle persone anziane e disabili.

2017 – 7° edizione
La vincitrice è Chester (Gran Bretagna).
Le altre finaliste sono Rotterdam (Olanda) e Jūrmala (Lettonia).
Le Menzioni Speciali sono assegnate a:
– Lugo (Spagna) come Smart City accessibile,
– Skellefteå (Svezia) per l’impegno nel migliorare gli ambienti di lavoro,
– Alessandria per il suo impegno nel campo dell’accessibilità in un difficile contesto finanziario,
– Funchal (Portogallo) per il suo impegno nel campo dell’accessibilità in un difficile contesto geografico.

Le città ripartite per Nazioni

Spagna: Arona, Avila, Barcellona, Bilbao, Burgos, Logroño, Lugo, Málaga, Pamplona, Santander, Terrassa.

Germania: Berlino, Colonia, Dresda, Marburgo, Wiesbaden.

Svezia: Borås, Göteborg, Skellefteå, Stoccolma.
Finlandia: Helsinki, Turku, Vaasa.
Francia: Grenoble, Nantes, Tolosa.
Polonia: Cracovia, Gdynia, Poznań.

Gran Bretagna: Belfast, Chester
Italia: Alessandria, Milano

Ungheria: Budapest, Kaposvár.

Austria: Salisburgo
Irlanda: Tallaght
Lettonia: Jūrmala
Lussemburgo: Città di Lussemburgo
Olanda: Rotterdam
Portogallo: Funchal
Repubblica Ceca: Olomouc
Slovenia: Lubiana

Salva

Salva

Salva

Salva